Volevo andare
a cavallo del vento
nutrirmi di paesaggi
a morsi di cuore

Volevo strappar parole
ricucirle per capire
forse partire
e poi sparire

Volevo averti
in cima al mondo
volevo la luna
in fondo a quel pozzo

Volevo bruciare
fra mille soli
ardere e poi spegnermi
nella notte come i girasoli

Volevo tenderti la mano
fotografare l’amore
scrivere del tempo
che inesorabilmente muore

Volevo virare
la mia vela alla deriva
nelle acque sabbiose
di un mare che mi tradiva

Volevo amarti
e ti amavo
vivevo
e poi sbagliavo

Volevo
é imperfetto
quasi come un poeta
maledetto

CONDIVIDI

8 commenti

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui