Ho superato i quaranta da un pezzo e a pensarci bene non me ne frega niente di invecchiare, di avere qualche capello bianco o un po’ di rughe. Sono una donna e come alcune altre non combatto contro il tempo, io le mie cicatrici me le tengo; non ho paura di niente e non m’importa del giudizio della gente: vivo senza aspettative, nè rimorsi o dubbi nascosti. La mia vita è questa qui, una bozza di poesia, un’onda che corre via, un cuore rotto con mille punti di sutura addosso, qualche memoria buttata in tasca e nessuna certezza sulla strada. Ma è la mia, fortemente voluta e tanto basta…

552
2

Alle donne, quelle coraggiose… @Blogjuls

CONDIVIDI

2 commenti

  1. A mio parere le donne raggiungono il massimo splendore del loro essere donne proprio dopo aver superato i 40 ruggenti….magari con qualche vela strappata, piccoli problemi alla carenatura, ma più forti, più consapevoli, più esperte, spesso più belle ed interessanti proprio per le personali rughe d’espressione. Sursum corda! Giulia.

    • “Piccoli problemi alla carenatura” è davvero incisivo Fabricio! Mi fa sorridere…
      Ti ho pensato proprio ieri, perchè quando ho pubblicato la mia ultima poeisa il server mi ha inviato la seguente comunicazione: non è stato possibile inviare alla mail… Ovvero la tua! Non so cosa succeda, spero sia un problema momentaneo di libero! La tua presenza qui si sente e non deve assolutamente mancare! 🙂
      Un abbraccio e buona serata.

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui