Mi chiedo quando è stato 
che ti ho amato per la prima volta… 
Non trovo la risposta 

Se ti amassi da sempre?

626
8

Il tempo non esiste… @Blogjuls

CONDIVIDI

8 commenti

  1. Non so se sarei contento di essere amato..da sempre. Preferirei che mi si dicesse…ti ho amato dal primo momento che ti ho visto…perché ciò significherebbe che si è stati amati per qualcosa che è stato visto in me, non per qualcosa in me assomigliante ad un ideale astratto, che già si amava da prima. Credo al colpo di fulmine, non alle persone ideali.

    • Non mi è molto chiaro il tuo punto di vista Fabricio, sarà la stanchezza di questa giornata pesantissima… Anchi’io non credo alle persone ideali, proprio perchè sono idealizzate e quindi non vere nella loro essenza…
      Il mio pensiero è “Ti amo da sempre, da prima del tempo”, inteso come anime già unite prima di incarnarsi.
      Un abbraccio grande

  2. Non so spiegarti meglio. Ma anch’io non so immaginare, se non poeticamente, un amore da sempre, da prima del tempo. E non credo nelle anime al di fuori dal corpo. Per me anima e corpo sono un complesso inscindibile. 🌹

    • Per me anima e corpo non sono inscindibili, ritengo che il nostro spirito sia energia pura che non muore mai, semplicemente muta, si trasforma…
      Buona giornata, Fabricio

  3. Se si trasforma e muta, nel senso che non è più il nostro spirito, non ha memoria di noi, ma è qualche altra forma di energia, mi va bene. Se invece muta ma resta con la memoria di noi, non ci credo ed è pura questione di fede. Tu hai una fede, io no. Tu vivrai per sempre, io presto sparirò per sempre. Buona giornata, Giulia .

    • Eccomi, buongiorno Fabricio.
      La questione è molto complessa e come sempre io e te ci metteremo in un cul de sac e per uscirne ci vorrà un sacco di cul! 😆😆😆
      Io non ho una fede, ma una mia idea, nata e sviluppatasi probabilmente grazie al contesto in cui sono vissuta: la mia città, un esempio sorprendente di mistero e pur magia, le persone incredibili incontrate sul mio cammino…
      Io parto da una base scientifica: “Nulla si crea e nulla si distrugge”. La materia è energia: Einstein dimostra che la massa (la quantità di materia che costituisce un corpo) è una vera e propria forma di energia e che è in continua trasformazione. Esiste quindi un nesso costante fra le cose avvenute, che avvengono e a venire. Tutte le cose sono indipendenti e, nello stesso tempo, dipendenti. Noi vediamo una frazione infinitesima di ciò che la realtà è di fatto. Credo esistano dimensioni diverse e il nostro spirito, così come lo definì Rol – intelligente – non è altro che energia in grado di spaziare fra queste dimensioni. In questo contesto anche la fisica quantistica aiuta ad avvalorare il concetto. Ergo, la morte non esiste: ci incontreremo ancora…

  4. Sono del tutto d’accordo con te!!😀👍👏. Il problema è la memoria di noi, se essa permane o no. Se permane, allora il nostro spirito è eterno, in caso contrario, è un effimera apparizione di pochi decenni, dovuta ad una particolare evoluzione del nostro dna. È forse qui che le nostre strade si separano a causa della tua fede su qualcosa di indimostrabile.
    Ma ti voglio bene lo stesso🌹

    • Il problema è sempre la memoria! Ma se la consideriamo essenza di quell’energia potrebbe essere che resti…
      Anch’io ti voglio bene, molto 🌹

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui