Non saprai mai
delle notti livide di pianto

né dei giorni consumati
al pensier senza scampo

Non saprai mai
dei silenzi strappati dalle tenebre

riversi al primo sole
e ricuciti con aghi di sale

Non saprai mai quanto fa male

CONDIVIDI

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui