Ottobre
di grida e silenzi

tra le tue continue fughe
e l’incertezza

se riesumare l’imbroglio
per riaccendere l’illusione

o lasciar morire il cuore?

Torni ogni volta
come se mi trovassi per fato

Come miracolo d’aquilone in balia del vento
risorgi dalle paure

in un giorno in cui io sono poco più che ombra

Chissà poi cosa cerchi ancora
chissà poi se ti ricordi ancora

Quell’estate lì…

L’ho detto a tutti
che il nostro amore era nato quel dì

negli occhi verdi di storie, respiri e canzoni

Come mare e musica
da sempre inseparabili

Come mare e musica

esistiamo per caso
e per scelta ci perdiamo

@Blogjuls 22 Ottobre 2019

CONDIVIDI

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui