Ci sono giorni in cui senza accorgertene tiri le somme, aggiungi, sottrai, sotterri, semini, raccogli, fai un sunto del vivere per vivere…

Giro per casa, rido, divento seria, rifletto, smetto, ballo, canto, silenzio, stallo…

Mi è venuta in mente una serata pazzesca, vent’anni orsono, io e la mia amica di merende, sempre consumate a base di whisky e altre cose tremende…

Libere e vere, fottutamente senza vincoli e barriere.

A tratti arroganti e talvolta manchevoli…

Incoscienti e sorridenti, con quella voglia di spaccare il mondo, di esistere fino in fondo.

Ricordo che una sera, di quelle nostre infinite, fummo invitate all’afterhour da Match Music, nella mitica discoteca Le Palace, palestra di Gigi D’Agostino, pieni anni Novanta.

Due pazze scatenate su una consolle alta quasi due metri alla cabina regia/dj, poco indosso e balli scatenati a più non posso.

Chissà poi in che modo, ma all’improvviso finimmo giù in mezzo alla pista, un volo passato alla storia, e in tempo record, con molta nonchalance, ci rialzammo come se nulla fosse: ancora ridere e scherzare, ballare, ballare, ballare.

Questo per dire che nella vita non importa quanto miseramente cadi, è sempre come ti rialzi che determina i tuoi successivi passi.

Ecco, oggi così…
Viva la vita #Blogjuls

CONDIVIDI

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui