Oggi, 15 Febbraio dell’anno 2022, secolo corrente: tempo da incidere nella memoria, lettere scarlatte sulla pelle della storia.

L’Italia sprofonda, un grosso buco nella suola, di uno stivale con il tacco pure rotto, un paese senza più orgoglio.

L’Italia che in tutta la storia che si ricordi ha sempre eccelso: adesso anche nella perdita della dignità, del buon senso, pregna d’odio, discriminazione, ignoranza e nessuna tolleranza.

Più che mezzi di comunicazione abbiamo a che fare con mezzi di indottrinamento e il popolino resta attaccato allo schermo, si vanta sugli altri a scherno: uniformarsi è la nuova parola d’ordine, in barba al sano confronto, al libero scontro, infettati non da un virus ma da una bieca propaganda.

ItaGLIani senza più radici, senza coraggio, manchevoli di stimoli, valori, ibridi: uno schiaffo ai nostri nonni e bisnonni, che per la libertà di noi tutti hanno donato la loro vita.

Non mi sento più parte di questa società malata, e non di “coviddi”: chi non da valore ai valori, chi pensa che i diritti siano impliciti ha già perso, e se ne accorgerà presto o tardi.

La libertà di espressione, di essere, di libera scelta o arbitrio è inviolabile e non va mai data per scontata: se non cogliete le avvisaglie, come le perdite passo passo dei diritti, il riscrivere la Costituzione mentre vi dilettate a vedere San-Remo (sempre Santo sia), siete già schiavi di un sistema dal quale non uscirete più.

E se l’importante è fare clubbing, cene, aperitivi, viaggi e chissene del “marchio verde”… Beh, de gustibus! Ma c’è anche chi non ha più diritto al lavoro e al sostentamento della propria famiglia. Ha qualche importanza? O fate i sordociechi, con tutto rispetto per coloro che vivono questa condizione patologica.

Io sono vecchio stampo: credo nel vivi e lascia vivere, nel rispetto di tutti, senza giudizi, senza puntare il dito, perchè possiamo pensarla diversamente e rispettarci comunque.

Tutto quest’odio, questo risentimento verso “gli appestati” è storia già vista e non porterà a nulla di buono: ai piani alti stanno applaudendo per la vostra intolleranza, non aspiravano che a questo.

Mai sentito il detto DIVIDI ET IMPERA?

Usate il cervello, ragionate con la vostra testa, applicate il sacrosanto diritto di ogni essere umano di non pensarla come voi, perchè nessuno ha la verità in tasca.

Spegnete la Tv spazzatura, buttate via la carta straccia di giornalisti venduti al sistema: informatevi autonomamente, confrontatevi e dissentite, combattete anche per i più deboli, chè la ruota gira e “noi reietti” non dimenticheremo, sebbene oggi e domani porteremo comunque avanti la battaglia, anche per voi.

“Ogni schiavo non è tale che per suo consenso e non si libera che con un rifiuto” A.Camus

Quindi, lo vogliamo dare un segnale forte alla dittatura? Perchè di questo si tratta!

Siate il peso che inclina questo piano dispotico!

Io non cedo, combatto, però non raccolgo più le provocazioni, nè tantomeno le polemiche.

Non veicolo odio, nè rabbia, ma neppure vi assecondo: resto garbata, seppur sulla mia posizione e vi sorrido.

Verrà il giorno in cui gli ultimi, gli emarginati, avranno la meglio, come è sempre stato, nei secoli dei secoli, e in quel momento preciso sorriderò ancor di più.

Il virus vero siete voi, che credete ad un’unica voce, pronti però a cambiare sponda non appena qualcuno vi convincerà con più maestria.

#Blogjuls #indirezioneostinataecontraria

N.d.R.

A seguire le nefande affermazioni di pseudo-persone. #noinondimenticheremo

Campi di sterminio per chi non si vaccina
Giuseppe Gigantino – cardiologo

Mi divertirei a vederli morire come mosche
Andrea Scanzi – giornalista

Se fosse per me costruirei anche due camere a gas
Marianna Rubino – medico

I cani possono sempre entrare. Solo voi, come è giusto, resterete fuori
Sebastiano Messina – giornalista

Vagoni separati per non vaccinati
Mauro Felicori – assessore

Escludiamo chi non si vaccina dalla vita civile
Stefano Feltri – giornalista

I no vax fuori dai luoghi pubblici
Eugenio Giani – Presidente Regione Toscana

Potrebbe essere utile che quelli che scelgono di non vaccinarsi andassero in giro con un cartello al collo
Angelo Giovannini – sindaco di Bomporto

Stiamo aspettando che i no vax si estinguano da soli
Paolo Guzzanti – giornalista

Verranno messi agli arresti domiciliari, chiusi in casa come dei sorci
Roberto Burioni – virologo.

Non chiamateli no vax, chiamateli col loro nome: delinquenti
Alessia Morani – deputato

Vorrei un virus che ti mangia gli organi in dieci minuti riducendoti a una poltiglia verdastra che sta in un bicchiere per vedere quanti inflessibili no-vax restano al mondo
Selvaggia Lucarelli – giornalista

I rider devono sputare nel loro cibo.
David Parenzo – giornalista

I loro inviti a non vaccinarsi sono inviti a morire.
Mario Draghi – Presidente del Consiglio

Gli metterò le sonde necessarie nei soliti posti, lo farò con un pizzico di piacere in più.
Cesare Manzini – infermiere

Gli bucherò una decina di volte la solita vena facendo finta di non prenderla
Francesca Bertellotti – infermiera

Provo un pesante odio verso i no vax
J-Ax – cantante

Se riempiranno le terapie intensive mi impegnerò per staccare la spina
Carlotta Saporetti – infermiera

Non siete vaccinati? Toglietevi dal ca**o!
Stefano Bonaccini – Presidente Regione Emilia Romagna

Un giorno faremo una pulizia etnica dei non vaccinati, come il governo ruandese ha sterminato i tutsi
Alfredo Faieta – giornalista

Il greenpass ha l’obiettivo di schiacciare gli opportunisti ai minimi livelli
Renato Brunetta – ministro

E’ giusto lasciarli morire per strada
Umberto Tognolli – medico

Prego Dio affinché i non vaccinati si infettino tra loro e muoiano velocemente
Giovanni Spano – vicesindaco

Bisogna essere duri e discriminare chi non si vaccina, in ospedale, a scuola, nei posti di lavoro
Filippo Maioli – medico

Serve Bava Beccaris, vanno sfamati col piombo
Giuliano Cazzola – giornalista

Mandategli i Carabinieri a casa
Luca Telese – giornalista

Gli renderemo la vita difficile, sono pericolosi
Piepaolo Sileri – Viceministro

E’ possibile porre a loro carico una parte delle spese mediche, perché colpevoli di non essersi vaccinati
Sabino Cassese – costituzionalista

Non sarà bello augurare la morte, ma qualcuno sentirà la mancanza dei novax?
Laura Cesaretti – giornalista

Se arrivi in ospedale positivo, il Covid ti sembrerà una spa rispetto a quello che ti farò io
Vania Zavater – infermiera

I novax sono i nostri talebani
Giovanni Toti – presidente regione Liguria

Sono dei criminali, vanno perseguitati come si fa con i mafiosi
Matteo Bassetti – infettivologo

CONDIVIDI

7 commenti

  1. Aberrante leggere l’odio e la discriminazione attraverso le testimonianze che hai riportato.
    Ad ognuno la libera scelta sanitaria, ma dovremmo essere tutti d’accordo contro un pass che ricorda brutti tempi passati.
    Mina

  2. Disarmato, sono disarmato… Non ho altro da aggiungere…
    Io mi sono vaccinato perché ho ritenuto che, tra le varie “verità” espresse, fosse una libera scelta. Ma ciò che è successo dopo e sta succedendo ancora mi ferisce perché qui non siamo più nella “libertà di scelta” ma nel regime! Spero che il momento in cui i nuovi emarginati, i figli e le figlie del mostro verde, arrivi presto!
    Ti mando un abbraccio, lontano ma vicino…

    • Lo sono anch’io Fabrizio… Disarmata ed amareggiata! Sconcertata… Rispetto le scelte di chiunque, ma ribadisco il mio dissenso per la direzione presa da questo paese, che ormai non ha più nulla di democratico. E se è vero che la storia si ripete sempre, spero che dopo questo periodo di buio e oppressione torni la luce, la trasparenza, e che non si dimentichi mai questa pagina terribile del nostro paese.
      Ti abbraccio 🍀

  3. Sconvolto dai commenti di “pseudo” esperti del mondo politico, medico. (Dalla categoria prezzolata dei giornalisti tipo Scanzi e Lucarelli non mi aspettavo nulla di più!!).
    Ottima disamina della situazione attuale.

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui