Attimi d’attesa

ché difficile è la resa
anche se pensi di avermi presa

Attimi di noi

di sguardi taglienti
e voglie pungenti

di silenzi pieni di parole
e tacite carezze sotto la Mole

Attimi scritti a matita

mentre mi cingi la vita
e sparisce ogni ferita

Attimi come graffiti

su muri inteneriti
da disegni proibiti

noi stupiti e sfiniti
di pudore svestiti

CONDIVIDI

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui