Indifesa nel buio
l’alba è consolazione

M’attaglia la luce
un risveglio dal torpore

Laddove s’incontrano gli arcobaleni
soccombono gli sbagli

s’adagia un pensiero
nell’infinito dei miei passi

So che prima di sera
sentirò la tua voce latente

un etereo richiamo di nuvole
trafitte da un sole potente

Urgenza di me
in rapida ascesa

CONDIVIDI

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui