Guizzi
di profumi e corpi

contro muri
che non ci rispecchiano più

Flebili voci d’autunno
strette in un sole pallido

In attesa
di un silenzio migliore

per dire
qualcosa di noi

CONDIVIDI

Lascia un commento

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore scrivi il tuo nome qui